mercoledì 25 maggio 2016

Bella scoperta: beauty finds - maggio 2016

Con l'arrivo del caldo occorre variare un po' i prodotti cosmetici che si usano e passare a prodotti più leggeri e freschi. A me poi piace anche variare le texture e i profumi col variare delle stagioni, quindi ecco qui i miei prodotti preferiti del momento.


Beauty finds - May 2016

Per i dettagli sui prodotti basta cliccare sul set.


Caudalie - Vinosource Sorbet (nella variante per pelli sensibili)
La crema viso andrebbe cambiata con regolarità per continuare ad avere risultati, visto che la pelle tende ad assuefarsi. Con l'arrivo del caldo, poi, è consigliato passare a prodotti più leggeri rispetto a quelli che si usano in inverno. Come spiego sempre, però, per me cambiare crema viso porta con sé sempre dei rischi di reazioni cutanee. Generalmente tendo a stare dentro al reame delle creme pensate proprio per le pelli sensibili, ma nemmeno questo in realtà mi assicura di evitare danni. Ero un po' timorosa, quindi, di provare questa crema, ma alla fine, dopo aver provato il tester in farmacia, ha vinto il tubetto rosa (lol), il profumo piacevolissimo, la texture molto leggera e di veloce assorbimento e il fatto che dopo averla provata una volta sia andato tutto bene (anche se nemmeno questo è una garanzia, perché mi è già successo di avere reazioni dopo giorni di utilizzo). Comunque sono tornata in farmacia a comprarla e dopo un paio di settimane posso dire che mi trovo molto molto bene. Ho finalmente una crema estiva su cui fare affidamento, che è un gran traguardo, e così le mie creme giorno sicure sono salite a ben tre (contro una marea che invece mi provocano reazioni, ma non si può avere tutto dalla vita). Sono molto contenta.

Too Faced - Better than sex Mascara
L'HO TROVATO! E' LUI!! Dopo anni e anni e decine di mascara provati, ne avevo trovati diversi con cui mi trovo bene (ma anche molti che invece no), il mascara perfetto però, quello che ricomprerei all'infinito, restava non pervenuto. Tempo fa avevo sentito reazioni entusiaste a quello di Benefit di cui avevo parlato nel post beauty di marzo, purtroppo io invece non mi ero trovata particolarmente bene. Quindi inizialmente avevo guardato con sospetto le reazioni unanimemente entusiaste su questo mascara di Too Faced dal nome esagerato. Ne lodano le qualità dall'America all'Europa, quindi alla fine mi sono decisa a provare. E lo amo!! Non ho alcuna intenzione di usare altri mascara talmente sono soddisfatta. Purtroppo per ora ho trovato solo la versione mini, che per la borsa è perfetta, ma ora voglio la versione grande. Qualche idea su dove posso trovarla (sia in Germania che in Italia)?

Marc Jacobs - Cucumber
In realtà questa non è una nuova scoperta: ho comprato questo profumo parecchi anni fa, ma dal momento che è un bottiglione gigante e che è così estivo che io lo uso in effetti solo in estate, ne ho ancora quasi metà. Il fatto è che ad un certo punto, anni fa, è andato fuori produzione ed era diventato introvabile, quindi io - che lo adoro - ho iniziato ad usarlo con parsimonia per paura di finirlo.
E poi qualche settimana fa mi sono accorta che è tornato in commercio (ma quando è successo??), ma in un flacone molto più piccolo (a occhio mi sembra meno della metà). Così adesso mi è passata la paura di finirlo e ho ricominciato a spruzzarlo regolarmente... almeno fino a settembre. Mi fa pensare ai frutti estivi, ai drink in spiaggia al tramonto, alle giornate di cielo blu, al sole sulla pelle...


E i vostri prodotti del momento?


martedì 24 maggio 2016

#iwishiwerethere (il viaggio da sola)

Chi segue questo blog da un po', sa che ogni tanto vengo colta all'improvviso dalla nostalgia per qualche posto visitato nei miei viaggi. Credo capiti a tutti in generale con i ricordi: senti una canzone, un profumo, un sapore e in un attimo sei riportato ad un istante preciso nel tempo e nello spazio. A me questo capita soprattutto con i viaggi. La rubrica "#iwishiwerethere" (traduzione: vorrei essere lì) nasce proprio dalla necessità di fermare il più a lungo possibile questi attimi di simil-teletrasporto con parole e immagini. (Per chi fosse nuovo da queste parti, avevo spiegato bene la cosa in questo post)
Trovo abbastanza logico che mi prenda soprattutto la nostalgia per i luoghi che più mi sono piaciuti - e infatti, riguardando i post di questa rubrica, noto che ci sono viaggi che sono tornati più di una volta in #iwishiwerethere e viaggi che al contrario non hanno mai fatto nessuna apparizione.
Malta fino ad ora faceva parte del secondo gruppo. Non perché il viaggio non mi sia piaciuto, al contrario, ma semplicemente perché non è stato tra i più spettacolari che io abbia fatto. Per quanto Malta mi sia piaciuta, la verità è che per me a livello paesaggistico/architettonico/esotico, per quello che è il mio vissuto personale, non può competere con posti come la Cambogia, il Brasile, la Malesia o il Marocco, tanto per fare qualche esempio di posti che mi hanno colpita profondamente. Di conseguenza, negli ultimi due anni, non mi è capitato spesso di pensare a Malta e di averne nostalgia.

Poi però ho aperto facebook, ieri sera.

venerdì 20 maggio 2016

How to: istruzioni per il Cenacolo Vinciano

 Dopo il mio ultimo post, mi è stato chiesto come prenotare i biglietti per andare a vedere "L'Ultima Cena" di Leonardo da Vinci. Ho pensato di farci un post perché magari torna utile anche ad altri e secondo piper-madre, che si è occupata della prenotazione, è stata un po' un'odissea.

Il Cenacolo Vinciano si trova nel refettorio del convento di Santa Maria delle Grazie, che si trova nell'omonima piazza, affacciata su Corso Magenta a Milano.
Il sito ufficiale è questo qui: http://www.vivaticket.it/?op=cenacoloVinciano.
Si può prenotare sia online che telefonicamente. Piper-madre ha fatto telefonicamente, quindi posso darvi tutte le informazioni in proposito. Il numero di telefono è quello indicato sulla homepage appena si accede al sito.


mercoledì 18 maggio 2016

Live from... Milano

Lo scorso fine settimana siamo venuti in Italia per il battesimo di piper-baby e, dal momento che sono qui anche i piper-suoceri, stiamo facendo un po' di giri da turisti, cosa che - visto anche il tempo quasi estivo - non mi dispiace affatto.
In realtà abbiamo fatto il canonico giro da turisti, però devo dire che a volte fa piacere avere degli ospiti da portare in giro, altrimenti certe cose non si vedrebbero quasi mai.
Siamo addirittura andati a vedere il cenacolo vinciano, ne è davvero valsa la pena, anche perché io lo avevo visto quando andavo a scuola, quindi mille anni fa un po' di tempo fa insomma.

Battesimo di piper-baby

giovedì 12 maggio 2016

Ultimi acquisti - primavera 2016

L'arrivo della primavera mette sempre addosso una certa voglia di nuovo, succede solo a me? Questo purtroppo spesso si traduce in shopping, ca va sans dire (non so come si mette il ricciolo sotto la c).
Se shopping dev'essere, sarebbe meglio farlo dopo il cambio degli armadi. Idealmente si dovrebbero prima tirare fuori dal letargo i capi estivi messi via all'inizio dell'autunno e, dopo aver fatto il punto della situazione, procedere coi nuovi acquisti.
Questi sono i miei di questa primavera. E no, le mie cose estive sono ancora negli scatoloni in ripostiglio.


Spring 2016 new in



mercoledì 11 maggio 2016

How to: piccole soluzioni per svegliarsi riposate

In realtà il titolo è ingannevole: qui non si parla di come essere più riposate, ma di come sembrarlo.
Tutti quelli che hanno bambini piccoli lo sanno: dormire è un vero lusso al momento e spesso si deve affrontare una nuova giornata con pochissime ore di sonno alle spalle, spesso non consecutive.
L'aspetto standard del mio viso al momento è: stanco, spento, pallido, sciupato e con linee di stanchezza e di espressione in evidenza (dove suddetta espressione non è sempre positiva).
Posto che un buon sonno ristoratore sarebbe la cura migliore - ma purtroppo non è una soluzione possibile (almeno secondo piper-baby) - ci sono alcune strategie che, ho notato, aiutano a svegliarsi avendo un po' meno l'aspetto di uno zombie.

lunedì 9 maggio 2016

Scene da un lunghissimo fine settimana

Giovedì scorso in Germania era festa, quindi grazie al ponte questo è stato un fine settimana durato quattro giorni. Ed è stato memorabile perché è successa una cosa rarissima da queste parti: il meteo amburghese ha deciso di cooperare, quindi abbiamo avuto non solo quattro giorni di fine settimana, ma anche quattro giorni di estate vera. Parlo di sole e cielo blu senza l'ombra di una nuvola, con temperature sui 25°C... a inizio maggio!! Cioè, queste sono condizioni meteorologiche che ad Amburgo non si possono dare per scontate nemmeno a luglio, non so se mi spiego. Adesso, per farcela pagare, domani minimo minimo nevica. Ma minimo, guarda.

Comunque abbiamo deciso di abbracciare la filosofia di vita amburghese ("se esce il sole, qualunque sia la temperatura, goditelo, perché non sai quando ti ricapita")(ecco spiegati i tavolini all'aperto a febbraio) e abbiamo cercato di sfruttare queste belle giornate il più possibile.
Se mi seguite su snapchat (@livefromherehh) avrete già visto gran parte di quello che ho fatto, ma ecco qualche foto.

Abbiamo fatto una lunghissima passeggiata - durata letteralmente ore - lungo l'Alster (uno dei fiumi di Amburgo), assaporando la natura dei boschi, ammirando le case pazzesche e salutando le mille canoe di passaggio.


giovedì 5 maggio 2016

Ma che musica maestro!

Di recente un'amica (italiana) mi ha chiesto che musica va al momento in Germania e se la musica tedesca è bella.
In effetti se qui in Germania molti cantanti italiani sono famosi (solo qualche esempio: Eros Ramazzotti, Laura Pausini, Nek), da noi in Italia i cantanti tedeschi sono praticamente sconosciuti (almeno quelli nuovi: "99 Luftballons" di Nena la conoscono anche i sassi, per qualche motivo). Invece - forse perché dopo 10 anni qui mi sono abituata - secondo me in questo momento (e in generale negli ultimi anni) ci sono delle canzoni molto belle.
Allora ho pensato, per chi fosse interessato a conoscere musica nuova, di mettere qui le mie canzoni preferite di artisti tedeschi degli ultimi tempi.
(Metto solo video della prima canzone, altrimenti il post diventa pesantissimo; di tutte le altre canzoni metto i link)

Enjoy!

Lieblingsmensch - Namika
Questa è la mia canzone preferita di questo periodo. Adoro lei, ha una voce splendida e un modo di cantare carinissimo, il testo mi piace un sacco e il video è super carino.




Applaus Applaus - Sportfreunde Stiller
Anche in questo caso mi piace moltissimo il testo, oltre naturalmente la melodia e onestamente anche la voce del cantante. Sempre di questo gruppo è un'altra canzone che mi piace molto: "Ein Kompliment", che fu la colonna sonora del film "Maria, ihm schmeckt's nicht", tratto da un celebre romanzo di qualche anno fa e che fu girato tra Germania e Italia, in cui Lino Banfi recitò (in tedesco!) nella parte del protagonista Antonio e Sergio Rubini nella parte di un cugino. Un film davvero molto divertente. (In Italia è mai arrivato?)

Ich lass für dich das licht an - Revolverheld
Questo gruppo mi piace molto in generale, ma in particolare il testo di questa canzone è stupendo secondo me, mi fa diventare gli occhi a forma di cuore, lol. Un'altra delle canzoni che mi piacciono molto di questa band è "Halt dich an mir fest".

Keine Rosen - Teesy
Adoro il mood un po' blues di questo pezzo - e adoro il look della band nel video. Ammetto di non conoscere altre canzoni di Teesy, ma questa mi piace tantissimo (quindi forse sarebbe una buona idea andare a sentire anche le altre, ora che ci penso).

Wenn Worte meine Sprache wären - Tim Bendzko
In realtà questo cantante è diventato famoso un paio di anni fa con la canzone "Nur noch kurz die Welt retten", che io inizialmente trovavo molto fastidiosa ed ha invece iniziato a piacermi solo molto tempo dopo essere uscita. Questa canzone invece mi è piaciuta subito. Sempre dello stesso artista mi piace anche "Unter die Haut".

Buona giornata a tutti!


mercoledì 4 maggio 2016

Piper-chef consiglia: asparagi con prosciutto e uova in camicia

Nel fine settimana piper-marito e io abbiamo creato una ricetta per il brunch che ci è venuta veramente bene, quindi la condivido qui, perché vale la pena.
Con "creato" non intendo dire che questa ricetta prima non esistesse sulla faccia della terra, intendo solo che ce la siamo inventata lì per lì con quello che avevamo in frigorifero, senza cercare su internet e senza seguire una ricetta pronta.
Qui pubblico quello che abbiamo fatto noi esattamente, è venuta davvero buonissima.



giovedì 28 aprile 2016

Floreale? In primavera? Avanguardia pura.

Io credo che, quella del titolo, sia la citazione più famosa dal film "Il diavolo veste Prada".
Se devo essere onesta, se c'è una cosa che non mi interessa particolarmente nella moda, questa è proprio l'avanguardia. Che per carità, per fortuna che esiste, altrimenti ci vestiremmo tutti ancora come nell'800 - e poi un capo particolare ogni tanto, magari all'interno di un look più sobrio, ci sta - però io amo i capi senza tempo, amo i colori autunnali in autunno, indosso calze e non sandali in inverno e mi piacciono i fiori sempre, ma sui vestiti soprattutto in primavera. Sembra una cosa banale, ma dato quello che si vede in giro negli ultimi anni, probabilmente ormai vestirsi in modo banale è estremamente originale, chi lo sa.
Comunque, parlando di banale, le fantasie nel mio armadio appaiono molto poco. Prediligo i vestiti in tinta unita, al massimo accetto le righe. I capi con delle fantasie sono rari, eppure un paio di stampe a fiori le ho anche io, soprattutto sugli abitini: c'è qualcosa che fa più primavera di un abitino a fiori? Una rondine sola, lo sappiamo per saggezza popolare, non fa primavera, ma in ogni caso le rondini ormai col riscaldamento globale si stanno spostando in ogni stagione, quindi direi che no, niente fa più primavera di un abitino a fiori. (Infatti l'avevo anche messo nei miei essenziali per il guardaroba primaverile)
Però ho sempre pensato che le fantasie vadano usate con parsimonia, soprattutto all'interno dello stesso outfit. Quest'anno invece vorrei fiori su tutto. Credo sia colpa del tempo: è quasi maggio e qui l'altro ieri c'erano 3°C e grandinava/nevicava, non so se mi spiego. Poi uno dice non esistono più le mezze stagioni. E quindi, non potendo avere la primavera fuori dalla finestra, me la porterei letteralmente in casa, nello specifico nell'armadio. Ho visto un sacco di cose a fiori che mi metterei anche subito, ma... indovinate? Fa troppo freddo.

Questa è solo una piccola selezione, ma ci sarebbe molto di più (tipo qualsiasi cosa Diane von Furstenberg), visto che - per fortuna - nei negozi in primavera non c'è che l'imbarazzo della scelta in quanto a fiori.


Spring florals

Per i dettagli sui prodotti basta cliccare sul set.


La cover per l'iphone da sola mi fa venire una voglia di primavera... mi ricorda quelle giornate di maggio in Liguria, quando il sole batte su qualche muro bianco decorato da glicine e fiori vari. Oddio che voglia!
Il vestito di Ted Baker invece mi piace perché sembra uno spezzato composto da gonna a fiori e semplice t-shirt bianca, che esteticamente è una bella combinazione, però quando io infilo il top nella gonna, generalmente dopo un po' suddetto top si ribella e comincia a uscire, soprattutto da dietro, costringendomi a passare il tempo a sistemarmi, che è una scocciatura oltre che brutto da vedere. Con questo vestito si elimina il problema alla radice.
La scarpa a fiori no, non l'avevo considerata, ma probabilmente avrei dovuto perché - almeno questa maryjane di J.Crew - è davvero super carina.
Ma parliamo di questa pochette a forma di sacchetto del pane, ma fatta di pelle e decorata con questa fantasia a fiori deliziosa... la voglio!
La gonna di Max&Co e il top di Comptoir des Cotonniers rappresentano i due estremi delle fantasia a fiori: grafica e con fiori molto grandi una, bon-ton con mini boccioli fitti fitti l'altro. E sono i due motivi per cui mi piacciono.

E voi, stampe a fiori sì o no?
E cosa avete voglia di indossare questa primavera?