martedì 21 giugno 2016

Bella scoperta: beauty finds - giugno 2016

Le mie scoperte beauty questo mese sono piuttosto focalizzate sulla protezione solare, visto che sto passando il mese di giugno al mare. Se anche voi avete una vacanza in programma tra qui e l'autunno, spero le mie esperienze possano esservi utili.


Beauty Finds - June 2016

Per i dettagli sui prodotti basta cliccare sul set.


Crema solare "Sun Soul SPF50+" - Comfort Zone
Essendo arrivata al mare bianca come una mozzarella e avendo trovato giornate più soleggiate di quanto mi fossi aspettata (almeno all'inizio, poi ha iniziato a fare brutto, ma ora per fortuna è tornata l'estate), ho deciso che la protezione 30 che mi ero portata non era abbastanza, quindi sono andata a prendermi una 50+. Ho scelto questa marca soltanto perché l'estetista da cui ho fatto la ceretta il primo giorno me l'ha consigliata caldamente e visto che ero lì ho pensato ma sì la prendo così non devo andare anche in un altro negozio. La mia pigrizia vince sempre, lol. Dopo due settimane abbondanti di mare posso dire che è ottima. La metto una volta la mattina presto quando arrivo in spiaggia, poi vado a casa per pranzo e la rimetto una volta nel pomeriggio quando torno al sole. Fino ad ora questo è bastato a proteggermi dalle scottature (e invecchiamento precoce della pelle, macchie, pericolo di cancro, ecc...), facendomi al contempo guadagnare un po' di colorito sano. Per di più questo solare abbina al filtro uv anche un anti-age proprio per contrastare l'invecchiamento precoce causato dal sole. Infine è un prodotto con il 62% di ingredienti naturali, è "dry touch" - ossia si assorbe in fretta - ed è resistente all'acqua.
Il profumo poi è celestiale e mi piace molto anche la confezione minimale. Ah, ed è una marca tutta italia, che per me in generale è un plus. Promossa a pieni voti!

Acqua micellare - Avène
Nemmeno le acque micellari - che dovrebbero essere prodotti relativamente delicati - sono state prive di problemi per la mia pelle molto sensibile. Prima ne ho provata una bio e mi ha fatto reazione immediatamente: la mia pelle ha preso fuoco quasi all'istante. Poi ne ho provata una di Venus, per nulla naturale, e anche se all'inizio sembrava non crearmi problemi, l'utilizzo prolungato ha invece iniziato a provocarmi arrossamenti vari.
Quindi, come spesso mi accade, ho ripiegato su una marca apposita per pelli ultra-sensibili, la mia preferita nel campo: Avène. Ed è stata, come al solito, la soluzione giusta: mi strucca in poche mosse, non serve strofinare ed essendo stata creata specificamente per le pelli con problemi di reazioni cutanee, ha una composizione tale da essere ben tollerata anche dalle epidermidi più sensibili.

Ultra Glossy Stilo con SPF15 - Kiko
Ho provato questi rossetti con fattore di protezione solare 15 nelle colorazioni: 802 rosa naturale e 805 rosa fragola. Devo dire molto onestamente che non sono tra i miei prodotti labbra preferiti, però mi piace che abbiano un fattore di protezione solare e che siano comunque idratanti.
Trovo che il colore rosa naturale sia leggermente troppo coprente per una tonalità così chiara: secondo me i colori tenui stanno meglio in variante più trasparente, altrimenti si rischia l'effetto "labbra da morto". Il rosa fragola invece è quasi un rosso ma leggermente tendente al fucsia, molto carino e non eccessivamente coprente, ma forse leggermente troppo vistoso per la spiaggia - se invece ci si trova in città in estate secondo me va benissimo anche di giorno.

lunedì 13 giugno 2016

Aggiornamenti dalla Liguria

Che io stia assente ogni tanto dal blog, da quando sono diventata mamma, non è più una novità. In questo caso, per una volta, il motivo non è che non ho tempo, bensì che mi sto godendo la vacanza.
In realtà va detto che a piper-baby non è pervenuta la notizia che siamo in vacanza, quindi ogni mattina tra le sei e le sette siamo tutti in piedi, come di consueto. Questa cosa ha cambiato completamente i nostri ritmi al mare: ora attraversiamo il paese mentre i primi negozi stanno aprendo, arriviamo sul lungomare quando è ancora pieno dei furgoncini che riforniscono i vari stabilimenti balneari e la spiaggia è tutta per noi.
Inoltre va detto che fare le vacanze prima dell'inizio della stagione è veramente bello.
Comunque, la mia occupazione principale - non sarà una sorpresa per nessuno - è mangiare. Dai miei profili instagram e snapchat (livefromherehh) si potrebbe quasi credere che la mia alimentazione al momento sia composta prevalentemente da estathé e focaccia, ma - benché ci sia del vero in questo - in verità mi sto dedicando all'intera gamma di prelibatezze italiane e in particolare liguri: ravioli di borragine con sugo di noci, farinata, pesce in tutte le salse, burrata e stracciatella, pizza, trofie al pesto... Alla fine servirà un aereo solo per me per riportarmi a casa, sob. Ne sarà comunque valsa la pena.





















E voi che fate?


venerdì 3 giugno 2016

Viaggi&Vestiti: cosa metto nella valigia per la riviera

Dopo il disastro di settimana scorsa (sunto delle puntate precedenti: saremmo dovuti partire per il mare domenica, invece a piper-baby è venuta la varicella con un tempismo da record), ho quasi un po' paura a scrivere questo post, non sia mai che mi porto sfiga da sola - e in questo periodo decisamente non ne abbiamo bisogno.
Comunque finalmente siamo in partenza (con l'ok della pediatra con tanto di certificato), questa volta sembrerebbe per davvero (incrociamo le dita), e portiamo piper-baby in Italia per un po' di mare... quindi si va a casa in Liguria! Non ci torno da quasi un anno e stava cominciando a mancarmi davvero tantissimo: non sono mai stata così tanto senza tornare.
Questa sarà un'estate diversa dal solito, vista la presenza di piper-baby, quindi ho dovuto pensare bene a come fare la valigia, visto che le esigenze saranno diverse. Per esempio: noi siamo abituati ad andare in spiaggia la mattina e tornare a casa la sera per farci la doccia prima di uscire di nuovo. Quest'anno uscite serali non ce ne saranno molte, visto che non ci saranno nonni a cui lasciare piper-baby. Inoltre con un bimbo piccolo le ore centrali della giornata in spiaggia vanno evitate, quindi scenderemo la mattina presto, andremo a casa prima di pranzo e torneremo in spiaggia a metà pomeriggio.
Sì, sarà un'estate diversa, con esigenze e tempi diversi - cosa rispecchiata dal contenuto del mio bagaglio. Ci sono cose, però, che nella mia valigia non mancano mai.


In my suitcase to the Riviera

Per i dettagli sui prodotti basta cliccare sul set.


lunedì 30 maggio 2016

Aggiornamenti random: quando saltano i piani

L'inizio del fine settimana mi ha vista veramente di ottimo umore: nel giro di un paio di giorni sarei andata al mare con la mia famiglia, avrei portato piper-baby per la prima volta a casa in Liguria, avrei passato del tempo con tanti miei amici, avrei giocato con i piper-nipoti in spiaggia...
Sabato sera, dopo aver messo a letto piper-baby, ho rispolverato una buona vecchia abitudine: fare i bagagli con un bicchiere di vino e la musica accesa.


Avete presente quando circa ogni genitore sulla faccia della terra dice che i figli hanno un timer che li fa ammalare il giorno della partenza per le vacanze e salta tutto? È tutto vero, ho le prove.

mercoledì 25 maggio 2016

Bella scoperta: beauty finds - maggio 2016

Con l'arrivo del caldo occorre variare un po' i prodotti cosmetici che si usano e passare a prodotti più leggeri e freschi. A me poi piace anche variare le texture e i profumi col variare delle stagioni, quindi ecco qui i miei prodotti preferiti del momento.


Beauty finds - May 2016

Per i dettagli sui prodotti basta cliccare sul set.

martedì 24 maggio 2016

#iwishiwerethere (il viaggio da sola)

Chi segue questo blog da un po', sa che ogni tanto vengo colta all'improvviso dalla nostalgia per qualche posto visitato nei miei viaggi. Credo capiti a tutti in generale con i ricordi: senti una canzone, un profumo, un sapore e in un attimo sei riportato ad un istante preciso nel tempo e nello spazio. A me questo capita soprattutto con i viaggi. La rubrica "#iwishiwerethere" (traduzione: vorrei essere lì) nasce proprio dalla necessità di fermare il più a lungo possibile questi attimi di simil-teletrasporto con parole e immagini. (Per chi fosse nuovo da queste parti, avevo spiegato bene la cosa in questo post)
Trovo abbastanza logico che mi prenda soprattutto la nostalgia per i luoghi che più mi sono piaciuti - e infatti, riguardando i post di questa rubrica, noto che ci sono viaggi che sono tornati più di una volta in #iwishiwerethere e viaggi che al contrario non hanno mai fatto nessuna apparizione.
Malta fino ad ora faceva parte del secondo gruppo. Non perché il viaggio non mi sia piaciuto, al contrario, ma semplicemente perché non è stato tra i più spettacolari che io abbia fatto. Per quanto Malta mi sia piaciuta, la verità è che per me a livello paesaggistico/architettonico/esotico, per quello che è il mio vissuto personale, non può competere con posti come la Cambogia, il Brasile, la Malesia o il Marocco, tanto per fare qualche esempio di posti che mi hanno colpita profondamente. Di conseguenza, negli ultimi due anni, non mi è capitato spesso di pensare a Malta e di averne nostalgia.

Poi però ho aperto facebook, ieri sera.

venerdì 20 maggio 2016

How to: istruzioni per il Cenacolo Vinciano

 Dopo il mio ultimo post, mi è stato chiesto come prenotare i biglietti per andare a vedere "L'Ultima Cena" di Leonardo da Vinci. Ho pensato di farci un post perché magari torna utile anche ad altri e secondo piper-madre, che si è occupata della prenotazione, è stata un po' un'odissea.

Il Cenacolo Vinciano si trova nel refettorio del convento di Santa Maria delle Grazie, che si trova nell'omonima piazza, affacciata su Corso Magenta a Milano.
Il sito ufficiale è questo qui: http://www.vivaticket.it/?op=cenacoloVinciano.
Si può prenotare sia online che telefonicamente. Piper-madre ha fatto telefonicamente, quindi posso darvi tutte le informazioni in proposito. Il numero di telefono è quello indicato sulla homepage appena si accede al sito.


mercoledì 18 maggio 2016

Live from... Milano

Lo scorso fine settimana siamo venuti in Italia per il battesimo di piper-baby e, dal momento che sono qui anche i piper-suoceri, stiamo facendo un po' di giri da turisti, cosa che - visto anche il tempo quasi estivo - non mi dispiace affatto.
In realtà abbiamo fatto il canonico giro da turisti, però devo dire che a volte fa piacere avere degli ospiti da portare in giro, altrimenti certe cose non si vedrebbero quasi mai.
Siamo addirittura andati a vedere il cenacolo vinciano, ne è davvero valsa la pena, anche perché io lo avevo visto quando andavo a scuola, quindi mille anni fa un po' di tempo fa insomma.

Battesimo di piper-baby

giovedì 12 maggio 2016

Ultimi acquisti - primavera 2016

L'arrivo della primavera mette sempre addosso una certa voglia di nuovo, succede solo a me? Questo purtroppo spesso si traduce in shopping, ca va sans dire (non so come si mette il ricciolo sotto la c).
Se shopping dev'essere, sarebbe meglio farlo dopo il cambio degli armadi. Idealmente si dovrebbero prima tirare fuori dal letargo i capi estivi messi via all'inizio dell'autunno e, dopo aver fatto il punto della situazione, procedere coi nuovi acquisti.
Questi sono i miei di questa primavera. E no, le mie cose estive sono ancora negli scatoloni in ripostiglio.


Spring 2016 new in



mercoledì 11 maggio 2016

How to: piccole soluzioni per svegliarsi riposate

In realtà il titolo è ingannevole: qui non si parla di come essere più riposate, ma di come sembrarlo.
Tutti quelli che hanno bambini piccoli lo sanno: dormire è un vero lusso al momento e spesso si deve affrontare una nuova giornata con pochissime ore di sonno alle spalle, spesso non consecutive.
L'aspetto standard del mio viso al momento è: stanco, spento, pallido, sciupato e con linee di stanchezza e di espressione in evidenza (dove suddetta espressione non è sempre positiva).
Posto che un buon sonno ristoratore sarebbe la cura migliore - ma purtroppo non è una soluzione possibile (almeno secondo piper-baby) - ci sono alcune strategie che, ho notato, aiutano a svegliarsi avendo un po' meno l'aspetto di uno zombie.